• Via Mascarella 2, Bologna
  • info@mondodonna-onlus.it
  • (+39) 051 230159

giornata rifugiato sito generics

Incontro di approfondimento, cena interculturale e apertura di una struttura di accoglienza

Ecco gli appuntamenti che l'Associazione MondoDonna Onlus, da anni impegnata nell'accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati,  ha organizzato in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato.

Eventi aperti non solo a operatori e operatrici, professioniste e professionisti del settore ma soprattutto alla cittadinanza intera. 

 

26 giugno 2018  ore 18.00

Spazio Battirame, via del Battirame 11 – Bologna

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato l’Associazione MondoDonna propone un incontro di approfondimento sul tema dell’influenza dei riti, di cui sono vittime molte donne richiedenti asilo e rifugiate, sul percorso di integrazione e di quali strategie possono essere messe in campo per aiutare le vittime a liberarsi dalle conseguenze psicologiche e economiche derivanti da essi.

Ore 18.00 Dal voodoo al juju, le implicazioni dei riti nel percorso di integrazione

Intervengono:

Lisa Regina Nicoli – antropologa esperta in religioni e culti africani

Giorgia Franchi - operatrice esperta di anti-tratta

Victoria Soba Ozioma - mediatrice culturale nigeriana

Modera: 

Caterina Giusberti, giornalista

Presentazione dei risultati del laboratorio “Indovina chi viene a cena! – Cooking and culture workshop”.

Ore 20.00 Cena interculturale aperta agli ospiti e alle ospiti del progetto SPRAR, agli operatori e alle operatrici e a tutte le cittadine e i  cittadini (su prenotazione)

Per info e prenotazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Il volantino completo QUI


29 giugno 2018 dalle ore 17.30 

Via Rio di Canè 24/2 (Vergato) località Tabina

PORTE APERTE - CASA AMARANTA 

La struttura di accoglienza Casa Amaranta invita la cittadinanza a conoscere da vicino la realtà dei richiedenti asilo e dei rifugiati accolti presso il territorio aprendo le proprie porte per un pomeriggio di condivisione.

Sarà esposta la mostra fotografica “Home Sweet Home”

Home sweet home è un progetto fotografico pensato come strumento per raccontare la quotidianità di chi è in Italia perché costretto a fuggire dal proprio paese di origine o provenienza. Le foto sono state scattate da Anna Vinciguerra all'interno di “Casa dell’Agave”, una struttura SPRAR nata nel 2009 e gestita dall'Associazione MondoDonna Onlus a Bologna. Le foto si concentrano sui gesti, i comportamenti e le attività che le ospiti compiono tutti i giorni e che costituiscono parte della loro personalità; sono le azioni con cui affrontano e interpretano la loro nuova vita in Italia e che rendono normali le loro giornate all'interno di una struttura di accoglienza.

A seguire aperitivo interculturale.

il volantino completo QUI