• Via Mascarella 2, Bologna
  • info@mondodonna-onlus.it
  • (+39) 051 230159

lezioni italianoIl progetto Mare Nostrum prende il nome da l'operazione "Mare nostrum" avviata dal Governo Italiano contro la tratta degli esseri umani. Si tratta di un'operazione militare ed umanitaria volta al rafforzamento del dispositivo di sorveglianza e soccorso in alto mare. 

La città di Bologna ha attivato una rete di strutture di accoglienza rivolte alle persone provenienti dall’operazione Mare Nostrum.

MondoDonna Onlus gestisce come singola associazione quattro strutture di accoglienza e in collaborazione con il Consorzio Arcolaio, la Coop LaiMomo e ASP Città di Bologna partecipa alla gestione di altre due strutture di accoglienza sul territorio cittadino.

Destinatari

Casa Mokaite – struttura di seconda accoglienza che ospita donne e minori per un totale di 30 persone

Casa Ametista – struttura di seconda accoglienza che ospita nuclei familiari per un totale di 15 persone

Casa Selenite - struttura di seconda accoglienza che ospita nuclei familiari per un totale di 6 persone

Casa Malachite - struttura di seconda accoglienza che ospita nuclei familiari per un totale di 6 persone

Centro Mattei – Hub regionale dell’Emilia Romagna che ospita circa 250 migranti offrendo un servizio di prima accoglienza.

Villa Aldini – struttura di seconda accoglienza che ospita complessivamente circa 90 migranti uomini. 

Casa Eliodoro struttura di seconda accoglienza che ospita donne e nuclei familiari per un totale di 32 persone

Casa Agata struttura di seconda accoglienza che ospita nuclei familiari per un totale di 8 persone

Casa Larimar struttura di seconda accoglienza che ospita nuclei familiari per un totale di 8 persone

 

Obiettivi

L’obiettivo del Centro Mattei è quello di garantire una prima accoglienza fornendo cure e controlli sanitari, beni di prima necessità e informazioni di base rispetto alla protezione internazionale. Gli ospiti sono in brevissimo tempo smistati in strutture di seconda accoglienza di tutto il territorio regionale.

Gli obiettivi delle strutture di seconda accoglienza sono invece di più ampio respiro e prevedono la consulenza nella stesura della domanda d’asilo, in presenza di mediatore linguistico e culturale, e la pianificazione di un percorso individuale volto al raggiungimento di quelle competenza essenziali per vivere in autonomia nel territorio.

Metodologia

Il Centro Mattei prevede una accoglienza rivolta in modo particolare alla tutela della salute della persona e all’identificazione della migliore soluzione di accoglienza successiva, in base alle specifiche esigenza di ogni individuo.

Le altre comunità svolgono una accoglienza maggiormente personalizzata, volta da un lato al supporto psico-sociale dei beneficiari, attraverso la presenza di specifiche professionalità e alla creazione di una rete sociale di supporto, dall’altro alla regolarizzazione della posizione del soggetto e al rafforzamento delle competenze linguistiche e delle competenze spendibili nel mondo del lavoro.